Storia

La Fondazione Ivan Bruschi, punto di riferimento per l'arte e l'antiquariato.

Ivan Bruschi, malato da tempo, prima della sua scomparsa decise di rendere pubblica la propria dimora e la collezione ivi conservata. Nel suo testamento infatti istituì la Fondazione Ivan Bruschi, nominandola erede dei propri beni e con lo stesso atto ne affidò l’amministrazione alla Banca della città.

Oggi la Fondazione Ivan Bruschi è parte del patrimonio culturale di Intesa Sanpaolo.

Sede della Fondazione è la Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi, autentico “luogo delle meraviglie”,  situata nel cuore del centro storico di Arezzo, di fronte alla Pieve romanica di Santa Maria, all’interno del Trecentesco Palazzo del Capitano del Popolo.

La finalità della Fondazione Ivan Bruschi è quella di essere un punto di riferimento in un settore di rilievo culturale ed economico per la città di Arezzo qual’è l’antiquariato, contribuendo anche a fornire un supporto di qualità alle molteplici attività del settore. In questo contesto va collocata l’azione volta alla valorizzazione della collezione, oltre 8.000 oggetti e opere d’arte che si estende su tre piani, con l’intento di restare fedeli all’idea originaria che ha condotto l’azione di Bruschi nell’arco della sua vita.

La Fondazione Ivan Bruschi è a tutti gli effetti una realtà culturale polivalente che ospita prestigiose mostre temporanee, in collaborazione con le più importanti realtà museali nazionali, percorsi e laboratori didattici, conferenze e concerti.

A

1200px-Flag_of_the_United_Kingdom.svg - Copia

History

How the Ivan Bruschi Foundation was born, the key point for art and antiques.

The aim of the Ivan Bruschi Foundation is to be a reference point for the cultural and economic sector of the town of Arezzo such as the antique trade, even by offering a quality support to the multiple activities of such field.
In such background, there is the action to enhance the collections of the Foundation, with the intent to be faithful to the original idea that accompanied Bruschi’s action during his live.
The key center of such project is the Ivan Bruschi House Museum, the so-called “place of wonders”, where Bruschi’s cultural and esthetic, conception has given to the place a strong impact. Even due to the value of the exposed collections, restored, archived and displayed after a complex work of study conducted by the Scuola Normale Superiore di Pisa. More than 10.000 works of art from all over the world, since prehistoric times to the first decades of the 19th century, Etruscan, Greek, and Roman archeological finds, paintings, furniture, ceramics, coins, weapons, books, sculptures and jewels.
Situated in the heart of the historical city center of Arezzo, in front of the Pieve of Santa Maria, in the 13th century Palazzo del Capitano del Popolo, the collection is scattered on three level floor that ends with a roof top terrace where to enjoy the enchanting view.

Through the creation of the Foundation in order to continue to develop the collection, Bruschi decided to make public his house and the conserved collection. In fact, in his will the Ivan Bruschi Foundation was named heir of his property. With the same deed gave the administration of the foundation to the city Bank.

The Ivan Bruschi Foundation is indeed a cultural environment, which hosts temporary exhibitions, educational tours and workshops, conferences, concerts and events.

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su tutte le iniziative.