Jazz and Wine 2017

Terzo ed ultimo appuntamento giovedì 27 luglio - con i Wet Crag Trio

EVENTO CONCLUSO
   Casa Museo Ivan Bruschi

CasaMuseo_jazz_locandina_27-7-2017_A3

Dopo il successo degli ultimi anni torna a partire da giovedì 29 giugno, con tre serate, la rassegna di musica jazz “Jazz and Wine” nello splendido scenario delle terrazze della Casa Museo.

Programma musicale della rassegna:

Giovedì 29 giugno: il trio Pau Brasil, composto da Marta Agnelli, voce, Francesco Giustini, tromba e flicorno e da Fabio Roveri, chitarra classica. E’ un trio formato da tre dei migliori musicisti aretini, il progetto prende il nome dall’albero-simbolo della terra brasiliana e del suo sfruttamento coloniale. Attraverso un’attenta ed originale rilettura di alcune pagine della bossa nova. Il trio si propone di condurre il pubblico in un inedito viaggio nella cultura e nella storia del Brasile. Contaminazioni tra generi, timbri meticci e improvvisazione estemporanea: questi gli ingredienti del trio Pau Brasil.

La degustazione sarà a cura delle Tenute San Fabiano Conti Borghini Baldovinetti de’ Bacci, Vini proposti per la serata: Chiaro di San Fabiano, vino bianco e Piocaia, vino rosso.

Giovedì 6 Luglio: Free Reflection Quintet, standard jazz, swing & so more…

Composto da Andrea Donnini, tromba, Alberto Mommi, sax, tenore e soprano, Gianni Cinelli, pianoforte, Massimiliano Conticini, basso elettrico e Andrea Croci, batteria. La formazione più classica della storia del jazz, il quintetto. I Free Reflection, oltre all’attenta rilettura di alcuni standards del jazz, propongono un repertorio variegato che spazia dai grandi classici degli anni ’50 alle sonorità più moderne dei quintetti degli anni ’60 e ’70.

La degustazione sarà a cura dell’Azienda Lecci e Brocchi. Vini proposti per la serata: Meticcio (rosato da sangiovese), Sangió  (sangiovese vinificato in bianco) e Chianti Classico.

 Giovedì 27 Luglio: Wet Crag Trio, da Chet Baker a Kenny Wheeler, passando da Miles Davis.

Composto da Ivan Elefante, tromba e flicorno, Federico Nuti, pianoforte e Francesco Sarrini, contrabbasso. Un organico ridotto e una continua tensione ritmica, questi gli ingredienti del Wet Crag trio. La mancanza della batterai costringe i tre musicisti ad una continua ricerca dell’interplay e del timing, immersi in atmosfere a volte rarefatte a volte dense di swing.

La degustazione sarà a cura dell’ Azienda Agricola Lecci e Brocchi che proporrà: Meticcio Rosato da Sangiovese; Sangiò Sangiovese vinificato in bianco; Chianti classico.

Le serate avranno inizio alle ore 21.15

Costo: euro 10,00 a persona

 

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su tutte le iniziative della Fondazione.