XV° FESTIVAL CONCERTISTICO INTERNAZIONALE – dal 21 febbraio al 22 maggio 2020

EVENTO IN CORSO
dal 21 febbraio al 22 maggio 2020    Casa Museo Ivan Bruschi

Progr. Concertibruschi_08_b

Torna con la quindicesima edizione la Stagione Internazionale di Concerti alla Casa Museo Ivan Bruschi, sei concerti dal 21 febbraio al 22 maggio 2020.

Nella splendida cornice del Palazzo davanti alla Pieve di Arezzo si susseguiranno alcuni dei migliori musicisti della musica mondiale, spesso in esclusiva assoluta per l’Italia. Il Festival, curato dal Direttore Artistico Roberto Pasquini, e che vede come sponsor unico UBI Banca, si segnala per l’originalità e la coerenza con cui negli anni ha sempre saputo coniugare una altissima qualità musicale con la promozione di giovani e giovanissimi talenti del panorama internazionale ma in stretto contatto anche con le migliori realtà italiane e del territorio aretino.

IL VIDEO DELLA PRESENTAZIONE

IL PROGRAMMA

Il programma 2020 parte il 21 febbraio con il vincitore del Concorso “Ferruccio Busoni” 2019 di Bolzano e già vincitore di ben 3 Concorsi Internazionali, il ventenne pianista bulgaro Emanuil Ivanov, un vero nuovo divo della tastiera, eccezionale interprete di Beethoven di cui quest’anno si celebra il 250° della nascita: Ivanov ha vinto il Concorso Busoni superando la concorrenza di ben 150 pianisti provenienti da ogni parte del mondo. Il 6 marzo arriva a Casa Bruschi uno dei violinisti emergenti della scena internazionale: a soli 19 anni l’italo-indiano Vikram Francesco Sedona è stato il vincitore del Concorso “George Enescu” di Bucarest 2018 ed è un interprete di grande virtuosismo e dal suono avvolgente ed emozionante. Giovedì 9 Aprile, per il concerto di Pasqua, nelle sale del Museo sarà la volta di uno dei più grandi talenti italiani, il clarinettista Kevin Spagnolo, che ha già vinto il “Concorso Internazionale di Ginevra” nel 2018, vera consacrazione di un musicista nel panorama mondiale: dalla musicalità strabordante e dalla comunicativa immediata, Kevin sa far parlare il clarinetto come nessun altro volando tra le note con apparente incredibile facilità. Ma i giovani italiani non finiscono di stupire e negli ultimi anni sono sempre più capaci di affermarsi a livelli altissimi; ecco allora il 17 aprile il fagottista Andrea Cellacchi, recente vincitore del” 68° ARD International Music Competition” di Monaco di Baviera e primo fagotto dell’Orchestra Nazionale della RAI, seguito l’8 maggio dal pianista pugliese Scipione Sangiovanni vincitore del concorso internazionale “Top of the world” in Norvegia nel 2019. Chiuderà il Festival una serata interamente dedicata al genio di Antonio Vivaldi, con i 6 Concerti op. 10 per flauto e archi interpretati dal flautista Roberto Pasquini e dall’Ensemble “Sezione Aurea” su strumenti originali, un viaggio emozionante nella gioia musicale del grande compositore veneziano.

INIZIO DEGLI SPETTACOLI ORE 21.15

INGRESSO 10 euro / ridotto a 6 euro per i minori di 18 anni

ABBONAMENTO AI 6 CONCERTI 50 euro

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su tutte le iniziative.